Aperol-Spritz-Ricetta-Originale

Spritz veneziano

La storia dello Spritz è già relativamente lunga, lascio agli scrittori il fascino di raccontarvi le sue origini. In questa pagina vi raccontiamo la ricetta per fare quello che si può definire lo Spritz per antonomasia o per lo meno quello che la International Bartenders Association ha codificato come SPRITZ VENEZIANO.

Ingredienti

Se organizzate una festa a casa vostra non c’è nulla di meglio di accogliere i vostri ospiti con un buon Spritz. Infatti oltre ad essere una bevanda che incontra il gusto sia di uomini che di donne è economico per natura anche usando ingredienti di prima qualità. Grazie alla sua semplicità nella preparazione, potrete preparare una ricca tavola e lasciare che gli invitati si servano da soli giocando a fare i barman per un giorno. Vi sveleremo alcuni trucchi su come comprare i prodotti giusti e fare una presentazione d’effetto sul vostro tavolo.

La preparazione:

  1. Ci sono diversi modi in cui si può servire uno Spritz, in Italia è facile vederlo servito in ampi calici da vino. Io suggerisco ad esempio gli Aria della RCR perché sono larghi e capienti per accogliere anche il ghiaccio, l’International Bartenders Association suggerisce invece un old fashioned glass, adesso sono tornati di moda quelli “lavorati” e per il prezzo e la qualità questi della Bormioli sono ottimi. Ultima variante vista è quella di servire il drink dentro una arbanella, jar in inglese, sconsiglio chi voglia praticare questa strada di riciclare barattoli di marmellata e comparare un prodotto apposta come quello linkato. Scelto il bevante mettete 3/4 cubetti di ghiaccio a meno che non sia una giornata molto calda, in questo caso potete abbondare (aiuterà ad abbassare la temperatura del drink ed evitare che sia annacquato in un secondo). Ricordate che dovrete avere molto ghiaccio a disposizione e questo non è cosi scontato, perciò ho predisposto una guida.
  2. Con il bicchiere già bello freddo versate 6 cl di prosecco.
  3. Aggiungete 4 cl di Aperol o Select. Vi mando alla mia pagina dove spiego la differenza tra i due.  L’Aperol andrà benissimo infatti è quello omologato dalla IBL, però se volete passare per laureato in scienza dello Spritz sappiate che il vero bitter Veneziano è il Select. Quest’ultimo meno noto è molto più difficile da trovare nei negozi ed è per questo che suggerisco l’acquisto online.
  4. Completate con una spruzzata di seltz ed una paio di girate con il bar spoon.
  5. Una fettina di arancia e lo Spritz è finito. Consiglio sempre di preparare già le fettine di arancia lasciando una piccola forchetta per permettere alle persone di servirsi mantenendo un livello igienico buono.

Prosecco, consigliamo sempre di usare un Brut rispetto ad un Extra Dry. Il prosecco Brut ha infatti un residuo zuccherino minore che meglio si addice a blend con altri prodotti ad alto tenore zuccherino. Uno sguardo alla nostra guida vi farà trovare tante occasioni online e aziende nuove oltre alla conosciute Astoria, Valdo e Mionetto.

Abbiamo detto che durante le feste lo Spritz deve esserci assolutamente, ma ora vediamo un po’ di idee per migliorarne la presentazione e creare un effetto scenico adeguato.

Come migliorare la presentazione

Formati speciali Le bottiglie grandi hanno da sempre un grandissimo fascino, le vediamo nei bar e nei ristoranti fare bella vista e immancabilmente chiuse o già bevute. Sono nell’immaginario di tutti come qualcosa destinato ad eventi importanti e molto speciali ma non tutti sanno che il costo il più delle volte è facilmente abbordabile. L’unico ostacolo può essere la reperibilità perché non si trovano molto facilmente e il loro raffreddamento in quanto il formato spesso e volentieri poco si addice al piccolo frigorifero domestico. Il vantaggio di giocare con la dimensione delle bottiglie è che non complicherà la vostra ricetta dello Spritz originale e farà sembrare agli invitati di partecipare ad un evento unico. Ecco una guida ai formati delle bottiglie:

Bottiglia 75 cl – 1 bottiglia
Magnum 1,5 lt – 2 bottiglie
Jéoroboam 3 lt – 4 bottiglie
Réhoboam 4,5 lt – 6 bottiglie
Mathusalem 6 lt – 8 bottiglie
Salmanazar 9 lt – 12 bottiglie
Balthazar 12 lt – 16 bottiglie
Nabuchodonosor 15 lt – 20 bottiglie

Penso sia inutile sottolineare che già un magnum di prosecco farà una bella presenza e rimarrà di facile manipolazione, salendo di formato i problemi aumenteranno e potreste aver bisogno di un versatore ad un certo punto.

Ecco qui suggerimenti per magnum 1,5l:

Jeroboam 3l:

Mathusalem 6l:

Spread the love